Il tè: un’idea regalo originale e salutare

246
tè un regalo originale

Si sta avvicinando la festa più attesa dell’anno e spesso non sappiamo cosa regalare ai nostri familiari o amici. Regalare una miscela di tè potrebbe essere un’idea originale e al tempo stesso salutare.

Si tratta di una bevanda che, grazie al contenuto di teina, esercita un effetto stimolante sul sistema nervoso centrale e, grazie all’elevato contenuto di tannini, aiuta a combattere l’insorgere di carie ai denti.

Per il periodo natalizio sono state studiate diverse miscele, adatte a tutti i gusti. Si va dal tè nero aromatizzato con arancia candita alle miscele di tè nero con scorze di limone arricchiti con cannella, o petali di cartamo. Esistono centinaia di varietà di tè. Se consumato in modo regolare alcune varietà proteggono il nostro organismo da problemi cardiovascolari e dallo sviluppo dell’osteoporosi.

Culture a confronto

La nostra cultura sicuramente è un po’ lontana dal consumare regolarmente tè, in quanto gli italiani preferiscono di gran lunga una tazzina di caffè. In Giappone, ad esempio, è una bevanda molto consumata, tanto che si tiene la “cerimonia del tè”, attraverso la quale il consumo di una tazza di tè segue un codice di comportamento ben preciso. Ogni utensile che viene utilizzato per la preparazione ed il consumo della bevanda ha un nome specifico, così come la stanza in cui si svolge la cerimonia.

La preparazione della cerimonia del tè inizia qualche giorno prima, rispetto alla data fissata, in quanto vengono fatti gli inviti. Prima di accedere alla stanza del tè, gli ospiti devono lavarsi le mani e ognuno ha un posto assegnato. La cerimonia è divisa in tre momenti: kaiseki (un pasto leggero), koicha (tè denso) e usucha(tè leggero). Il tè che viene solitamente consumato è il tè matcha, caratterizzato da un colore verde giada, che viene preparato per sospensione.

Qualunque sia la cultura ed il modo in cui si approccia al tè, sicuramente è una bevanda molto salutare, della quale però non bisogna eccedere, specialmente dopo i pasti, quando l’elevato contenuto in tannini può ostacolare il corretto assorbimento del ferro.