Stenosi del canale vertebrale

Definizione
La stenosi del canale vertebrale consiste nel restringimento di un tratto del canale presente lungo tutta la colonna vertebrale (formato dalla successione allineata dei piccoli fori presenti al centro di ciascuna vertebra), che ospita il midollo spinale e dal quale fuoriescono lateralmente i nervi spinali.

Le zone del canale vertebrale maggiormente interessate da stenosi sono quella lombare e quella cervicale, a causa delle maggiori sollecitazioni imposte alle vertebre e ai dischi intervertebrali di questi tratti della colonna nella vita quotidiana e, quindi, al più frequente sviluppo di artrosi o di altri fenomeni degenerativi.

La principale criticità connessa alla stenosi del canale vertebrale riguarda la compressione del midollo spinale e/o delle radici dei nervi spinali che ne deriva, con conseguente sviluppo di fenomeni infiammatori molto dolorosi e il possibile instaurarsi di danni neurologici permanenti e invalidanti.
Cause
Nella maggioranza dei casi, la stenosi del canale vertebrale è legata all'artrosi che si instaura gradualmente con l'invecchiamento e che può diventare particolarmente marcata soprattutto in persone predisposte e/o che hanno imposto sollecitazioni eccessive a uno o più tratti della colonna vertebrale nel corso della vita.

Gli stress che favoriscono l'artrosi e, quindi, la stenosi del canale vertebrale possono essere di tipo "dinamico", ossia legati a un uso intenso della schiena durante l'attività lavorativa o sportiva (movimenti ripetitivi, soprattutto sotto carico), oppure "statici", ossia derivanti dal mantenimento protratto di posture scorrette non fisiologiche.

Anche i traumi accidentali occorsi in diversi momenti della vita e varie anomalie anatomiche (come la scoliosi e altre condizioni congenite) possono ripercuotersi sulla struttura e sul processo di invecchiamento vertebrale e promuovere lo sviluppo di stenosi del canale vertebrale.

Restringimenti del canale vertebrale possono, inoltre, essere legati a un'ernia del disco o ad altre degenerazioni dei dischi intervertebrali, a scivolamenti vertebrali, alla malattia di Piaget, alla gotta o allo sviluppo di tumori.
Sintomi
La presenza di una stenosi del canale vertebrale può essere del tutto asintomatica per diverso tempo. Disturbi e sintomi compaiono in seguito a fenomeni di infiammazione acuta e/o danni al midollo spinale o alle radici dei nervi spinali e comprendono principalmente dolore e una costellazione di alterazioni sensitive e motorie, variabile in funzione del tratto di colonna vertebrale interessato.

Se la stenosi interessa la regione cervicale, in genere, insorgono dolore al collo, calo di forza e sensazione di formicolio e intorpidimento a un braccio e alla mano e, a volte, anche alle gambe, con conseguenti difficoltà a camminare o sensazione di scarso controllo dei movimenti. Nei casi più gravi si possono presentare anche incontinenza urinaria e fecale.

Se la stenosi interessa la regione lombare, i sintomi prevalenti comprendono dolore intenso nella parte bassa della schiena, che può irradiarsi a una o entrambe le gambe (assumendo anche la forma di crampo, soprattutto quando si resta in piedi a lungo o si cammina) e la sensazione di formicolio/intorpidimento e calo di forza/capacità di controllare i movimenti a livello di gambe e/o piedi.


Governo Salute
La Grande Via
Ant
Aspremare
EducareYou
Gvm
Simaiss
Cittadinanza Attiva
Alice Italia
Airc
Abio
Fand