Dermatite atopica

Definizione
La dermatite atopica o "eczema atopico" è una malattia cutanea infiammatoria cronica, associata a prurito, che tipicamente esordisce nei primi anni di vita, persistendo poi per tutta l'età pediatrica e migliorando gradualmente con il passaggio all'adolescenza e all'età adulta, senza tuttavia risolversi completamente.

L'appellativo “atopica” (dal greco a-topos, che significa "privo di luogo preciso") attribuito alla dermatite sottolinea l'assenza di una collocazione cutanea specifica per le lesioni, benché in realtà le manifestazioni cutanee tendano a insorgere prevalentemente a livello del volto (in particolare, intorno a bocca e naso, palpebre/sopracciglia), del cuoio capelluto, del collo e delle spalle, della parte flessoria di gomiti e ginocchia, delle mani e dei polsi, dei piedi e delle caviglie.

L'andamento della malattia, caratterizzato da fasi acute intervallate da periodi in cui i sintomi cutanei sono poco o per nulla presenti, è del tutto soggettivo e imprevedibile. Anche tra una riacutizzazione e l'altra, tuttavia, la pelle atopica si presenta più sensibile e facilmente irritabile della cute di persone prive di atopia. Benché interessi prevalentemente la pelle, la dermatite atopica è una condizione indicativa della presenza di un alterato funzionamento del sistema immunitario di carattere più generale, associato a un'aumentata suscettibilità a sviluppare allergie di vario di tipo (rinite allergica, asma, allergie alimentari, dermatite allergica ecc.).
Cause
La dermatite atopica è una malattia multifattoriale, la cui insorgenza dipende dall'interazione sfavorevole di cause di varia natura, non ancora determinate con precisione. L'eziologia si ricerca nella genetica, nello stato psicosomatico della persona interessata, nell'esposizione a potenziali allergeni ambientali (alimentari o inalati), nelle infezioni, nello stress, nella sudorazione intensa e nell'esposizione a sostanze irritanti (compresi i detergenti usati per l'igiene personale). Si ritiene che le componenti genetiche e ambientali agiscano in modo sinergico, potenziando l'iper-reattività infiammatoria della pelle verso gli allergeni.
Sintomi
Al momento del suo esordio, nella cosiddetta fase acuta, la dermatite atopica si manifesta con sintomi quali secchezza e arrossamento della pelle, infiammazione, desquamazione e piccole vescicole che, dopo la rottura, vengono rivestite da crosticine. Inoltre, sono sempre presenti un certo bruciore e prurito.

Nelle forme più severe, fortunatamente poco frequenti, l'eczema iniziale può evolvere verso quadri complicati e cronici caratterizzati da ispessimento della pelle, formazione di zone lichenificate, insorgenza di papule e ragadi. Quando ciò si verifica, il prurito può essere così intenso e insopportabile, da rendere quasi impossibile evitare di sfregare l'area interessata dall'eczema, con il rischio di peggiorare la situazione, aggravando l'infiammazione, lesionando la cute e favorendo lo sviluppo di infezioni.


Governo Salute
La Grande Via
Ant
Aspremare
EducareYou
Gvm
Simaiss
Cittadinanza Attiva
Alice Italia
Airc
Abio
Fand