Bronchiti

Definizione
Con il termine bronchite si intende un'infiammazione acuta della trachea e dei bronchi che generalmente insorge come conseguenza di un'infezione virale o, più raramente, batterica. In persone complessivamente sane e con sistema immunitario reattivo, il decorso è favorevole e porta alla completa guarigione nell'arco di 1-3 settimane.

Episodi di infiammazione tracheobronchiale acuta in parsone già affette da una malattia respiratoria cronica, come la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) o la fibrosi polmonare, non sono considerate "bronchiti", ma riacutizzazioni della malattia di base e vanno gestite in modo specifico, in funzione del quadro clinico, su base personalizzata.
Cause
A causare le bronchiti sono principalmente virus respiratori come rinovirus, virus influenzali e parainfluenzali, virus respiratorio sinciziale, coronavirus o metapneumovirus umano. Altri microrganismi patogeni talvolta all'origine della bronchite acuta sono batteri come Mycoplasma pneumoniae, Bordetella pertussis e Chlamydia pneumoniae; tuttavia le forme primariamente batteriche sono meno del 5% dei casi totali.
Sintomi
I sintomi principali delle bronchiti sono rappresentati da difficoltà respiratorie più o meno significative associate a tosse insistente, con possibile produzione di quantità variabili di muco, che può essere relativamente fluido o più denso, trasparente o giallognolo/verdastro (catarro) e talvolta contenere tracce di sangue.

Possono, inoltre, essere presenti dolore toracico (dovuto all'infiammazione bronchiale e alla tosse), affaticamento e malessere generale (conseguenti alle difficoltà respiratorie e all'eventuale febbricola). La presenza di febbre elevata e altri sintomi è, invece, da riferire a influenza o polmonite.

In genere, il quadro clinico generale migliora nell'arco di 5-7 giorni, mentre la tosse può perdurare per 2-3 settimane, attenuandosi progressivamente.


Governo Salute
La Grande Via
Ant
Aspremare
EducareYou
Gvm
Simaiss
Cittadinanza Attiva
Alice Italia
Airc
Abio
Fand