Aneurisma cerebrale

Definizione
Un aneurisma cerebrale è una malformazione vascolare che si presenta come una piccola sporgenza o protuberanza sferica lungo la parete di un'arteria presente nel cervello. La sua presenza è rischiosa perché in corrispondenza dell'aneurisma la parete dell'arteria è più fragile e propensa alla rottura con conseguente rischio di emorragia cerebrale (ictus cerebrale emorragico).

Per la gravità delle manifestazioni, per le ricadute cliniche immediate e a distanza che può determinare e per la sua potenziale letalità, l'emorragia cerebrale dovuta alla rottura di un aneurisma (o ad altre cause) va sempre considerata un'emergenza medica da trattare tempestivamente in strutture attrezzate e organizzate per offrire interventi mirati e specifici nel più breve tempo possibile (Stroke Unit).
Cause
Le ragioni che possono portare allo sviluppo di un aneurisma sono molteplici e diversificate: alcune sono presenti fina dalla nascita, mentre altre sopraggiungono nel corso della vita.

I fattori predisponenti congeniti comprendono: i difetti del tessuto connettivo ereditari; la sindrome del rene policistico; la presenza di un'aorta di calibro inferiore alla media (coartazione aortica); la presenza di malformazioni artero-venose cerebrali; la familiarità per aneurismi cerebrali.

I fattori di rischio che aumentano la probabilità di sviluppare un aneurisma nel corso della vita o che un aneurisma già presente si rompa comprendono l'età > 60 anni, l'ipertensione, il fumo, il consumo eccessivo di alcolici e l'assunzione di sostanze d'abuso (in particolare, cocaina) o di farmaci anticoagulanti. Alcune tipologie di aneurisma possono svilupparsi anche dopo un trauma cranico significativo (aneurisma cerebrale dissecante).
Sintomi
La presenza di un aneurisma cerebrale nella maggioranza dei casi non causa alcun sintomo finché non si rompe, soprattutto se è piccolo.

Aneurismi cerebrali di dimensioni maggiori che vanno a comprimere altri vasi sanguigni o strutture nervose adiacenti possono causare dolore sopra o dietro un occhio, sdoppiamento delle immagini o altri disturbi della visione, dilatazione della pupilla, intorpidimento o formicolii a un lato del volto.

Quando l'aneurisma si rompe e si sviluppa un'emorragia cerebrale, i principali campanelli d'allarme comprendono:
 
  • improvviso e violento mal di testa, mai sperimentato in precedenza, diffuso a tutto il capo;
  • forte nausea e vomito, che accompagnano l'esordio del mal di testa;
  • rigidità nucale e fotofobia (fastidio nei confronti della luce), associate a facile irritabilità;
  • confusione mentale non giustificata da stanchezza o assunzione di farmaci e perdita di coscienza (in circa il 60% dei pazienti all'esordio o poco dopo);
  • difficoltà di linguaggio, alterazioni del campo visivo e altri disturbi neurologici.

Quando si riconoscono in una persona adulta di qualunque età, ma soprattutto dopo i 60 anni o in persone che soffrono di ipertensione arteriosa, è indispensabile contattare immediatamente il medico di fiducia e/o i servizi di emergenza sanitaria (118, Pronto soccorso).


Governo Salute
La Grande Via
Ant
Aspremare
EducareYou
Gvm
Simaiss
Cittadinanza Attiva
Alice Italia
Airc
Abio
Fand