Allergie e intolleranze alimentari

Definizione
Le reazioni fisiche a certi alimenti sono comuni, ma per la maggior parte sono causate da un’intolleranza alimentare piuttosto che da un’allergia alimentare. Un’intolleranza alimentare può causare alcuni degli stessi segni e sintomi di un’allergia alimentare, quindi la confusione tra le due è frequente.

Una vera allergia alimentare provoca una reazione del sistema immunitario che colpisce numerosi organi del corpo; può causare una serie di sintomi, talvolta gravi, in rari casi può essere persino letale. Al contrario, i sintomi dell’intolleranza alimentare sono generalmente meno gravi e spesso limitati a problemi digestivi.

Spesso, chi ha un'intolleranza alimentare può mangiare piccole quantità del cibo incriminato senza particolari problemi; a volte è anche possibile prevenire una reazione, per esempio con pillole che favoriscano la digestione, come quelle a base di lattasi per le persone intolleranti al lattosio.
Cause
Le più comuni cause di intolleranza alimentare sono le seguenti:
  • Assenza di un enzima necessario per digerire completamente un alimento.
  • Sindrome dell'intestino irritabile. Questa condizione cronica può causare crampi, stitichezza e diarrea.
  • Sensibilità agli additivi alimentari. Ad esempio, i solfiti utilizzati per conservare la frutta secca, prodotti in scatola e vino possono scatenare attacchi di asma in persone sensibili.
  • Stress ricorrenti o fattori psicologici.

Le allergie sono una reazione eccessiva del sistema immunitario dell’organismo verso una proteina. Queste proteine possono provenire da alimenti, pollini, polvere domestica, peli di animali o muffe. Si chiamano allergeni: sostanze innocue a cui il sistema immunitario risponde come se fosse tossica.
Sintomi
I sintomi di intolleranza alimentare sono variabili e possono includere: nervosismo, tremore, sudorazione, palpitazioni, respirazione rapida, mal di testa, diarrea, sensazioni di bruciore sulla pelle, senso di oppressione al petto, problemi respiratori, reazioni simili a quelle allergiche.
Tra i sintomi dell’allergia alimentare di grado lieve o moderato possono figurare: prurito, bruciore e gonfiore intorno alla bocca, gonfiore del viso o degli occhi, naso che cola, eruzione cutanea (eczema), orticaria, diarrea, crampi addominali, difficoltà respiratorie, tra cui respiro sibilante e asma, vomito, nausea.
L'anafilassi è una grave reazione allergica che necessita di cure mediche urgenti. Gli alimenti (tipicamente noccioline, noci, frutti di mare, grano, latte e uova), punture di insetti e alcuni farmaci sono gli allergeni più comuni che causano anafilassi. Entro pochi minuti dall'esposizione all'allergene, la persona può presentare sintomi potenzialmente letali, che possono includere: respirazione difficile o rumorosa, gonfiore della lingua, gonfiore o oppressione alla gola, difficoltà a parlare, voce rauca, rantolo, tosse persistente, vertigini persistenti o collasso. Diversi fattori possono influenzare la gravità dell'anafilassi, tra cui l'esercizio fisico, il calore, l'alcol, la quantità di cibo ingerito e il modo in cui è stato preparato e consumato.


Governo Salute
La Grande Via
Ant
Aspremare
EducareYou
Gvm
Simaiss
Cittadinanza Attiva
Alice Italia
Airc
Abio
Fand