Reflusso gastroesofageo

La malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE) consiste in un’accentuata risalita di parte del contenuto acido dello stomaco verso l’esofago, favorita da una scarsa tenuta o da un’aumentata frequenza di apertura del cardias, la valvola che separa i due organi e che dovrebbe impedire al cibo di salire verso l’alto dopo essere stato ingerito.

La MRGE è uno dei disturbi digestivi più diffusi e sperimentati in età adulta (ne soffre circa una persona su dieci), a prescindere delle caratteristiche individuali, dalle abitudini di vita e dal livello socioculturale, anche se sedentarietà, eccessi alimentari, consumo di alcolici, fumo e stress rappresentano accertati fattori in grado di favorire e peggiorare il disturbo.

Oltre alla forma classica, contraddistinta da iperacidità e bruciore gastroesofageo, esiste anche una malattia da reflusso gastroesofageo non acido o “non soltanto acido”, più subdola e difficile da diagnosticare e da trattare perché causa sintomi che possono essere confusi con quelli di altre patologie, in particolare di tipo respiratorio.

Aneddoto

Nella vita tutto consiste nel poter digerire bene. Così l’artista trova l’ispirazione, i giovanotti la voglia d’amare, i pensatori le idee luminose e tutti quanti la gioia di stare al mondo.
Guy De Maupassant


Ti potrebbe interessare anche:

EYOU.Formazione

Percorsi didattici e corsi di formazione