Salute, Stili di vita

La vita in città: quali sono i pro e i contro ?

La vita in città Il tema che affronteremo in questo articolo rappresenta una domanda che tutti noi, almeno una volta…

La vita in città

Il tema che affronteremo in questo articolo rappresenta una domanda che tutti noi, almeno una volta nella vita ci siamo posti, ma che resta tutt’ora senza risposta: meglio la vita in città o in campagna ? Nello specifico in questa sede tenteremo di analizzare queli sono i pro e i contro della vita in una grande città o metropoli. Prima di proseguire è fondamentale però precisare che, in merito a questo tema, molto dipende dalla personalità di ognuno di noi, dalle proprio abitudini, carattere e soprattutto dallo stile di vita che siamo abituati a tenere e che più ci fa comodo. Quindi prima di compiere una determinata scelta, che sia campagna o città, è bene conoscere prima di tutto noi stessi e le nostre abitudini di vita quotidiana.

Fatta questa doverosa premessa proviamo a definire quali potrebbero essere i vantaggi e gli svantaggi di chi abita in una grande città.

I vantaggi della vita in città

Sicuramente la vita in città è totalmente diversa e, per certi versi, opposta a quella di campagna. Per prima cosa dire città il più delle volte equivale a dire caos, ma non sempre c’è da intedere un’accezione negativa in questa definizione. La vita nelle metropoli infatti è tutt’altro che noisa e ogni giorno si ha la possibilità di fare qualcosa di diverso, che si tratti di una cena in un nuovo ristorante, un nuovo film in uscita nelle sale, un concerto in un pub, una particolare festa in piazza, una partita a bowling o un giro sulle giostre. La lista potrebbe essere davvero interminabile. E’ proprio questo il vantaggio principale delle grandi città, ovvero la possibilità di fare qualsiasi cosa ci venga in mente, perchè tutto sarà disponibile a tutte le ore e a qualche minuto di macchina.

In città inoltre abbiamo la possibilità di vestirci come ci pare in quanto, dato l’elevato numero di persone con gusti, stili e tradizioni diverse, nessuno farà particolarmente caso al nostro abbigliamento. Anche per quanto riguarda il cibo, abbiamo la possibilità di provare qualsiasi tipo di cucina etnica, in quanto i ristoranti che offrono cucine di altre nazioni si trovano sparsi in varie parti della città. E inoltre, qualora non avessimo tanta voglia di metterci ai fornelli, avremo la possibilità di ordinare qualcosa da mangiare tramite telefono o app per smartphone ed attendere che il ragazzo delle spedizioni faccia “il lavoro sporco” al posto nostro.

E poi ancora, abbiamo la possibilità di spostarci con i mezzi di trasporto, lasciando a casa le auto, ci sono palestre, locali, ristoranti, negozi che vendono di tutto e di più ad ogni angolo e, cosa da non poco, supermercati aperti anche 24 ore al giorno.

Gli svantaggi di vivere in città

Ma non è tutto oro ciò che luccica. In città infatti potremo dire addio alla tranquillità, al silenzio e al relax. La vita delle grandi metropoli, come tutti ormai sapranno, è una vita frenetica, chiassosa e spesso molto confusionale. Ci ritroveremo a combattere con traffico, file chilometriche per entrare nel locale più in voga del momento e negozi super affollati per i saldi da poco disponibili. In città spesso i prodotti alimentari non sono sempre freschissimi e di alta qualità (al contrario della campagna), nonostante siano disponibili tutto l’anno. Ma il disagio maggiore è legato alle auto. C’è un forte rischio di imbattersi in multe per le varie zone ZTL, ecopass, parcheggi riservati, per non parlare delle difficoltà che si riscontrano per trovare parcheggio o per guidare nel traffico, soprattutto se il semaforo è verde e non partite all’istante.

Ultimo, ma non per importanza, è l’inquinamento. In città i livelli di inquinamento (del suolo, dell’aria, idrico e acustico) sono notevolmente più altri rispetto alla campagna, con ripercussioni importanti sulla salute degli individui.