La carne: fonte primaria di nutrienti fondamentali per l’organismo

25
La carne: fonte primaria di nutrienti

La carne è da sempre uno degli alimenti più consumati e apprezzati dall’uomo, non solo per il suo gusto ma anche e soprattutto per le sue molteplici proprietà nutrienti, fondamentali per la crescita e lo sviluppo del nostro organismo. La carne , nonostante il suo alto valore nutritivo, va comunque inserita in una dieta varia ed equilibrata, per evitare di insorgere in problemi e carenze alimentari dovute alla mancanza di altri alimenti importanti per l’organismo o, al contrario, problemi dovuti al troppo consumo di carne stessa. Questo alimento risulta tuttavia fondamentale nello svezzamento e nelle primissime fasi di crescita dei bambini, in quanto essi hanno un fabbisogno di proteine molto elevato per svilupparsi sani e forti. Grazie alla presenza di ferro inoltre, la carne aiuta a prevenire e curare eventuali anemie dovute ad una sua possibile carenza, e stimola il sistema immunitario dell’organismo aiutandolo a combattere efficacemente le infezioni.

La carne è inoltre ricca di proteine “nobili”, ovvero tutte quelle proteine che contribuiscono a garantire e regolare la crescita del corpo umano, oltre che a fornire tutti gli aminoacidi essenziali che il corpo non è in grado di sintetizzare autonomamente. Queste proteine inoltre sono estremamente importanti per la costruzione ed il mantenimento di tutte le cellule, le mucose e i muscoli. Oltre che di proteine la carne è anche ricca di vitamine, tra le quali figurano sicuramente quelle del gruppo B, in particolare la vitamina B12, importante nella formazione dei globuli rossi, nella funzione nervosa e nei processi di trasformazione dell’energia.

La carne nella dieta Mediterranea

Una corretta alimentazione non può basarsi sull’assunzione di pochi specifici alimenti, ma deve comprendere una larga fascia di cibi in modo da garantire al corpo tutte le sostanze nutrienti di cui necessita per svilupparsi e crescere nel migliore dei modi. Per questo motivo la carne viene inserita nella dieta Mediterranea, uno dei modelli alimentari più avvalorato dai nutrizionisti proprio per la varietà di cibi e di sostanze nutrienti che lo compongono. Riconosciuta e apprezzata da tutte le più importanti comunità scientifiche, la dieta Mediterranea è considerata lo stile dietetico ideale per salvaguardare il benessere dell’organismo e preservarlo dalle più importanti malattie croniche come ipertensione, diabete, obesità e tumore, oltre che diminuire i disturbi cardiovascolari e le malattie neurodegenerative come Parkinson e Alzheimer. Gli elementi fondamentali della dieta mediterranea, oltre ovviamente alla carne (in quantità  non eccessive), sono: verdura, legumi, frutta fresca e secca, olio d’oliva , cereali e pesce e dolci in quantità più moderate.

Tornando alle carni, quelle italiane sono tra le più controllate al mondo, grazi ad una rigorosa normativa e ad un sistema sanitario tra i più strutturati a livello internazionale, con continue ispezioni e controlli durante tutta la fase di lavorazione.

 

Previous articleOmega 3 salva cuore
Next articleSmettere di fumare in gravidanza: perché si dovrebbe e perché è difficile
Piercarlo Salari
Nato a Milano nel 1964, dove si è laureato a pieni voti in Medicina e Chirurgia nel 1989, si è occupato di ricerca sperimentale in Immunologia dei trapianti d’organo e ha in seguito conseguito, nel 1993, la specializzazione in Pediatria, dedicandosi in particolare alla fisiologia della nutrizione e allo studio degli acidi grassi in malattie metaboliche congenite. Parallelamente ha collaborato con numerose case editrici e testate scientifiche e divulgative, pubblicando articoli, libri, guide, saggi e partecipando a campagne stampa e iniziative sociali. Tuttora pratica attività clinica in regime libero professionale ed è componente di società scientifiche, comitati editoriali e board scientifici nell’ambito dell’alimentazione e dell’aggiornamento medico.