Sport, Ultime notizie, Wellness

Iniziare un’attività fisica: alcuni consigli

I motivi che spesso ci spingono ad iniziare un’attività fisica sono molteplici e di varia natura. Una delle motivazioni principali…

I motivi che spesso ci spingono ad iniziare un’attività fisica sono molteplici e di varia natura. Una delle motivazioni principali è sicuramente quella estetica (si fa sport per migliorare il proprio aspetto fisico ed apparire belli a se stessi e agli altri). Poi c’è chi fa sport per passione, perchè la considera un’attività che oltre a far bene al corpo, è fondamentale anche per il benessere della propria mente (ad esempio il ciclismo, il nuoto o anche le arti marziali). Ci sono poi, ancora, quelle persone che amano fare sport per essere in contatto con gli altri e fare gioco di squadra (l’esempio classico è quello del calcio, ma anche basket pallavolo ecc…).

Non tutte le tipologie di sport però sono adatte a qualsiasi individuo. Occorre infatti, prima ancora di cimentarsi in una qualsivoglia attività fisica, valutare bene le proprie scelte, avere un’idea chiara di che tipo di persorso si vuole intraprendere, quali sono gli obiettivi che si vogliono raggiungere, ma soprattutto è fondamentale conoscere il proprio corpo e le proprie possibilità fisiche.

Chi ha problemi di salute infatti, o semplicemente vuole fare attività fisica per stimolare maggiormente il proprio metabolismo, può ritenersi soddisfatto con 30 minuti di attività al giorno. Chi invece ha l’obiettivo di ottenere risultati dal punto di vista di prestazione atletica e fisica, deve dedicare alla fase dell’allenamento almeno 60 minuti, e se è possibile tutti i giorni.

Le varie tipologie di sport

Gli sport aerobici come ciclismo, corsa, nuoto e canottaggio, sono ottimi per chi ha l’obiettivo di perdere peso. In particolare nuoto e ciclismo sono gli sport più adatti per chi si trova in particolare sovrappeso, a differenza della corsa che, nonostante faccia bruciare molte più calorie in molto meno tempo e si tratti di uno sport quasi a costo zero dal punto di vista economico, può risultare più traumatica per un individuo con molti chili in eccesso, oltre che demotivamente. Per quanto riguarda gli sport anaerobici invece, come tennis, basket, calcetto, pallavolo, o qualsiasi altro sport di squadra, sono meno adatti al dimagrimento in quanto non permettono un consumo elevato di grasso corporeo. Nonostante questo risultano tra gli sport più divertenti e praticati in quanto favoriscono le relazioni sociali e contribuiscono ad instaurare un legame forte con le altre persone, specie se fanno parte della propria squadra.

Qualunque siano le motiviazioni, qualunque sia lo sport o in generale l’attività fisica che decidete di praticare, è importante farlo con costanza, attezione e soprattutto con passione. Seguendo queste linee guida, con un po’ di pazienza, e affiancando all’attività fisica anche una sana e corretta alimentazione, i risultati non tarderanno ad arrivare, e con questi anche la vostra soddisfazione personale e il vostro benessere psico-fisico.