Mal di testa

« Torna all'indice

Il mal di testa è uno dei disturbi più diffusi tra persone di ogni età e di ogni parte del mondo. Le forme primarie sono mal di testa “puri”, ossia privi di cause patologiche. Le cefalee secondarie sono, invece, conseguenti alla presenza di un’altra malattia. Sulla base della durata e/o della ricorrenza, si distinguono mal di testa acuto e cronico, caratterizzato da attacchi che si ripetono per oltre 10 giorni al mese per almeno 3 settimane. Le cause di mal testa sono innumerevoli, diverse in relazione al tipo di cefalea e molto variabili da persona a persona. La predilezione dell’emicrania per le donne, la comparsa o l’esacerbazione degli attacchi durante il ciclo mestruale o la fase ovulatoria, il loro placarsi in gravidanza e in menopausa e il picco d’incidenza in età fertile sono chiare prove del coinvolgimento degli ormoni femminili, in particolare gli estrogeni, nell’insorgenza di questa forma di mal di testa. Al contrario, restano da chiarire le ragioni che portano la cefalea a grappolo a colpire preferenzialmente il sesso maschile. Ci sono anche diversi farmaci che possono causare cefalea come gli antidepressivi, gli antibiotici, gli antitumorali, i farmaci cardiologici, gli antiparkinsoniani, ecc..

EYOU.Formazione

Percorsi didattici e corsi di formazione