Consapevolezza / Mindfulness, Nutrizione, Psicologia

Fermati e mangia: ecco un esercizio per imparare a mangiare con consapevolezza

Il momento dei pasti è sicuramente uno dei più importanti della nostra giornata. Non solo per acquisire le energie necessarie…

Il momento dei pasti è sicuramente uno dei più importanti della nostra giornata. Non solo per acquisire le energie necessarie al nostro organismo ma anche e soprattutto per prenderci una pausa, da soli o in compagnia, in una lunga e faticosa giornata passata a lavoro o a studiare. Accade però che spesso, presi dalla fretta e dai mille impegni, non diamo la giusta importanza al momento che stiamo vivendo e consumiamo il pasto senza assaporare nel migliore dei modi le pietanze e senza soffermarci per godere di ogni boccone, pensando non al presente ma proiettandoci al futuro, pensando già alle cosa da fare dopo il pasto.  Dovremmo invece porci delle domande molto importanti come: Qual è il piatto che ho davanti ? Dove mi trovo in questo momento? Dove si trova la bellezza dei colori nelle pietanze? E i sapori?

Proprio per far fronte a questa situazione la dott.ssa Marilù Mengoni, biologa nutrizionista e psicologa, ha ideato un esercizio col quale ritrovare la consapevolezza di ciò che si sta facendo durante i pasti. Scopriamo di cosa si tratta.

L’esercizio

La prima cosa da fare è preparare con cura la tavola, sia che ci troviamo da soli sia che siamo in compagnia, e in quest’ultimo caso bisogna fare questo esercizio insieme , possibilmente in silenzio. E’ importante non tralasciare nessun particolare in quanto il piacere a tavola passa anche dalla vista. Ma cerchiamo di capire cosa possa significare

mangiare con consapevolezza.

Quando è tutto pronto ed il piatto è già in  tavola, accomodatevi con calma e fate profondi respiri facendovi travolgere dal profumo di ciò che state per mangiare. Ripetete questa operazione per 4/5 volte e poi prendete delicatamente la posata (che sia forchetta o cucchiaio non ha importanza). Prestate attenzione ad ogni singolo movimento della vostra mano, “sentite” il peso e la consistenza della posta prima di prendere la prima porzione di cibo dal piatto.  A questo punto portate un piccolo boccone alla bocca, appoggiate sul tavolo la posata, ed iniziate ad assaporare e a masticare lentamente la vostra pietanza. Fatevi travolgere dai sapori e dalla consistenza del vostro piatto, concentratevi su ogni porzione di cibo che avete in bocca e deglutite lentamente.

Procedete in questo modo boccone dopo boccone (appoggiando la posata sul tavolo ogni volta) fino a quando il vostro piatto sarà vuoto. Ora che il vostro pasto è finito fermatevi un secondo. Sorridete alle altre persone presenti a tavola o a voi stessi  se mangiate da soli, e riflettete sul momento appena passato e a come il cibo che avete appena ingerito sta diventano una parte del vostro corpo. Per riportare le parole della dott.ssa Mengoni “C’è l’adesso e proprio qui c’è il corpo, ci sono le emozioni, il piacere. E così nel tempo una volta ristabilito questo contatto, saprai anche di quanto cibo hai veramente bisogno, riuscirai a tradurre meglio i segnali che il tuo corpo di sta mandando. Ritrovare il peso forma (e mantenerlo nel tempo) sarà una cosa naturale, perchè avrai ristabilito quel dialogo con il tuo corpo e saprai di nuovo comprendere il vocabolario del tuo corpo e recepire i suoi messaggi.”

 

FONTE: Crudostyle