Eiaculazione precoce

71
Eiaculazione precoce, cause e come affrontarla

L’eiaculazione precoce è la disfunzione sessuale più frequente, che colpisce oltre il 20% della popolazione maschile adulta, senza differenze significative di età, e si manifesta con una persistente o ricorrente eccessiva rapidità dell’eiaculazione. Quali sono le cause? Quali le tipologie di questa disfunzione? Quali le terapie per superarla?

L’eiaculazione precoce deriva dall’incapacità di esercitare un controllo volontario sul riflesso eiaculatorio e può verificarsi prima, durante o immediatamente dopo la penetrazione e comunque entro due minuti a differenza della disfunzione erettile l’età non è un fattore significativo in questo disturbo in più della metà dei maschi.

E’ molto frequente la possibilità di avere eiaculazione precoce durante i primi rapporti sessuali, disturbo che scompare con la maggiore esperienza sessuale e un miglior controllo dell’eiaculazione. In caso di eiaculazione precoce primaria o lifelong il disturbo è presente da sempre e le cause precise non sono ancora note anche se si ipotizzano una predisposizione genetica. L’ansia, l’eccessiva sensibilità cutanea del pene e un disordine della trasmissione nervosa centrale dove è coinvolta la serotonina potrebbero essere le principali cause.

In caso di eiaculazione precoce secondaria o acquisita invece il maschio inizia ad accusare il disturbo gradualmente o improvvisamente dopo un periodo di normalità; in generale in questi casi la rapidità delle eiaculazione è leggermente minore che nella eiaculazione lifelong ma è pur sempre patologica. Tra le cause ci sono le infiammazioni genito-urinarie in particolare le prostatiti tra il 42,3% e il 64% dei casi (in pratica un paziente su 2), altre possibili cause sono le uretriti, le infiammazioni del glande del prepuzio e del frenulo o anche disfunzione erettile, ipertiroidismo, diabete mellito, malattie neurologiche effetto di droghe o alcol e cause psicologiche. Anche le cause psicologiche quindi possono scatenare l’eiaculazione precoce, ad esempio l’ansia da prestazione, problemi relazionali di coppia.

Per curare l’eiaculazione precoce primaria si ricorre alla terapia farmacologica e alla psicoterapia con uno psicosessuologo, per quella secondaria invece bisogna curare la causa specifica che la scatenata compresa la causa psicologica che andrà trattata come nel caso dell’eiaculazione primaria psicogena.

Differenza tra andrologo e urologo

Le differenze tra urologi e andrologi scaturiscono dalle scelte individuali del medico, piuttosto che una differenza intrinseca nelle specialità. Ogni andrologo è un urologo, ma è uno che ha ridotto la sua pratica ad un determinato sottoinsieme di pazienti.

Gli urologi trattano pazienti di entrambi i generi, e per problemi urinari e problemi riproduttivi maschili. Gli andrologi sono l’equivalente maschile dei ginecologi, concentrandosi interamente sulle questioni riproduttive maschili. Un andrologo può scegliere di specializzarsi ulteriormente, trattando solo problemi riproduttivi o solo impotenza e disfunzione erettile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here