Psicologia, Salute, Stili di vita, Ultime notizie

Cromoterapia: l’importanza dei colori per il benessere psicofisico della persona

I colori hanno da sempre fatto parte della vita di tutti gli uomini. Alcuni ci affascinano, come quelli che gli…

I colori hanno da sempre fatto parte della vita di tutti gli uomini. Alcuni ci affascinano, come quelli che gli artisti riversano sulle loro tele nella creazione dei loro capolavori, altri ci spaventano, come il colore del sangue che non possiamo che ricollegare al dolore fisico, altri ancora riescono a tranquillizzarci come il verde di un’immensa distesa di prato o l’azzurro tenue del cielo. Ma cosa altro possiamo dire sui colori ?

In risposta a questa domanda nasce la cromoterapia, ovvero la scienza che si occupa del significato dei colori e di come e in che misura essi influenzino le attività della mente umana. Gli ambiti in cui opera la cromoterapia sono molteplici: alimentazione (il colore dei vari cibi), abbigliamento, cura della persona (sempre più spesso sentiamo parlare di centri benessere che offrono docce con cromoterapia) e persino sull’arredamento delle abitazioni. Infatti il colore e la graduazione cromatica svolgono un ruolo importante nella vita degli individui, con forti ripercussioni sul nostro umore. Scopriamo quali sono allora i principali colori dello spettro luminoso e che effetti hanno sul nostro organismo.

Rosso

Il rosso è da sempre considerato come il colore del fuoco, del sangue e dell’eccitazione sessuale. E’ collegato alla forza, alla vitalità e alla passione. Si è dimostrato infatti che dipingere di rosso le pareti di un’abitazione possa incrementare la pressione del sangue ed accelerare il battito cardiaco. Viene inoltre utilizzato nella cromoterapia per combattere le bruciature e la patologie esantematiche, oltre che per asma, depressione ed impotenza.

Blu

Il blu è il colore opposto al rosso, e si contrappone ad esso grazie al suo effetto calmante, tranquillizzante e rinfrescante (chiaro rimando all’acqua). Per questo motivo il blu è utilizzato per combattere fenomeni come stress, ansia ed insonnia. Si ritiene inoltre, anche se ciò ovviamente non è scientificamente provato, che il blu sia utile anche contro le infiammazioni di varie parti del corpo, a seconda delle sue diverse tonalità.

Verde

Il verde è ovviamente il simbolo della natura, delle piante e degli alberi. Rappresenta quindi il senso di armonia e di equilibrio dell’esistenza, ma è anche associato da sempre al sentimento della speranza. Secondo i sostenitori della cromoterapia, il verde avrebbe effetti positivi sul sistema nervoso calmando emicrania e patologie legate ai nervi, oltre che diffondere un generale sentimento di armonia e di calma.

Giallo

Secondo i cromoterapisti il giallo rappresenterebbe la parte intellettuale del cervello. Tra i suoi benefici ci sarebbe quello di favorire la concentrazione (utile per lo studio ed il lavoro), ma sarebbe anche capace di infondere gioia, senso di protezione e felicità.

Chiaramente c’è da precisare che nell’approccio della cromoterapia non esiste nulla di scientificamente provato che dimostri l’effettivo apporto benefico che i colori avrebbero sulla nostra salute. Resta comunque interessante ed affascinante conoscere ed osservare questa particolare metodologia volta alla cura del paziente.