Cereali integrali, secondo uno studio Usa aiutano a prevenire il tumore al fegato

27
cereali integrali benefici

Un maggiore apporto di cereali integrali e fibra si associa a un ridotto rischio di carcinoma epatocellulare, la forma più comune di tumore del fegato, secondo un ampio studio osservazionale con un lungo follow-up, pubblicato su Jama Oncology e coordinato da Xuehong Zhang del Brigham and Women’s Hospital, affiliato alla Harvard Medical School di Boston.

Da tempo, gli esperti sospettano che la dieta possa rappresentare un importante fattore di rischio per il carcinoma epatocellulare, ma finora si erano prodotte evidenze scientifiche solo riguardo al consumo di alcuni alimenti contaminati da funghi e di forti quantità di alcol. In questo caso i ricercatori si sono concentrati invece su cereali integrali e fibre alimentari, che erano già stati associati un minor rischio di obesità, diabete di tipo 2 e steatosi epatica non alcolica – tutti fattori predisponenti noti per il carcinoma epatocellulare.

Il team ha condotto uno studio di coorte su 125.455 persone e ne ha esaminato l’assunzione di cereali integrali, dei loro componenti (crusca e germe) e delle fibre alimentari che sono presenti, oltre che nei cereali non raffinati, anche nella frutta e nella verdura. Ai partecipanti allo studio è stato chiesto di compilare questionari relativi alle loro abitudini alimentari ogni due anni e, per analizzare i dati, i ricercatori hanno poi suddiviso i soggetti dello studio in terzili in base ai loro livelli di consumo degli alimenti considerati.

Durante un follow-up medio durato ben 24 anni, 141 partecipanti sono stati colpiti da carcinoma epatocellulare.

L’analisi statistica dei dati ha evidenziato che un maggiore apporto di cereali integrali si è associato in modo significativo a un minor rischio di questo tumore.

«Se i nostri risultati verranno confermati, l’aumento del consumo di fibre di cereali integrali potrebbe servire come una possibile strategia per la prevenzione primaria del carcinoma epatocellulare», ha detto Zhang in una e-mail a Medscape Medical News.

E Nicola McKeown, esperta in epidemiologia della nutrizione della Tufts University di Boston, ha commentato che i benefici di questi alimenti vanno oltre la prevenzione di un tumore specifico: «Per accertare l’impatto sul cancro del fegato dei cereali integrali serviranno altri studi, ma introdurne una maggiore quantità nella propria dieta è una buona strategia per migliorare la salute nel suo complesso».