Cibo & Bevande, Video post

Caffè e Caffeina

Cosa sappiamo del caffè , una delle bevande più presenti nella nostra dieta quotidiana? Ne conosciamo gli effetti positivi sul…


Cosa sappiamo del

caffè

, una delle bevande più presenti nella nostra dieta quotidiana? Ne conosciamo gli effetti positivi sul nostro organismo? E in che misura possiamo berlo senza correre inutili rischi per il nostro organismo?

Il caffè non è dannoso se consumato a livelli di 200 mg alla volta o 400 mg al giorno un espresso contiene da 50 a 120 mg di caffeina anzi la scienza ha dimostrato effetti positivi sul sistema nervoso la caffeina infatti aumenta la vigilanza e il benessere generale facilita la concentrazione e migliora l’umore il consumo moderato di caffè è stato associato alla prevenzione del declino cognitivo e al ridotto rischio di sviluppare ictus morbo di parkinson e alzheimer importanti sono anche attività metaboliche del caffè che contiene polifenoli ad alto potere antiossidante I polifenoli migliorano al iperglicemia post prandiale è la funzione endoteliale vascolare un’azione estremamente utile per la prevenzione delle malattie cardiometaboliche come ad esempio il diabete e l’ipertensione arteriosa il consumo regolare di caffè contribuisce a mantenere il peso corporeo dopo una dieta dimagrante identica positiva attività la svolgerebbe nella fase di dimagrimento mantenendo a livelli ottimali il metabolismo muscolare occorre sapere che la caffeina può disturbare il sonno ma solo in individui sensibili e se consumata oltre I limiti raccomandati e prima di dormire la caffeina non sembra cause dipendenza anche se una minoranza di persone accusa I sintomi di astinenza in conclusione il caffè può essere parte di una dieta sana ed equilibrata anche nelle persone anziane salvo specifiche controindicazioni e purché si vedeva solo nella prima parte della giornata e non dopo le 2 del pomeriggio per non disturbare il sonno

Farmacista, con un percorso professionale interamente dedicato alla comunicazione medico - scientifica. Da sempre impegnato nella prevenzione medica, nutrizione e strategie antinvecchiamento Attivo su Twitter con focus sulle malattie metaboliche, antiaging e health