Psicologia, Salute, Stili di vita

I 10 consigli per evitare il mal di testa da vacanza estiva

Il mal di testa in estate è un compagno del quale si farebbe volentieri a meno, come ben sanno i…

Il mal di testa in estate è un compagno del quale si farebbe volentieri a meno, come ben sanno i tanti italiani che, appena arrivati in vacanza, vengono assaliti da improvvisi episodi di cefalea, con un dolore più o meno forte.  Diversi i motivi che possono scatenare questo fastidio proprio all’inizio del nostro meritato relax estivo. Tra questi ci sono lo stress a cui l’organismo va incontro a causa del cambiamento di stile di vita che segna l’inizio delle vacanze, la modifica delle abitudini alimentari, lo stravolgimento del ritmo sonno-veglia e, anche, i cambiamenti climatici e di altitudine. Per fortuna è possibile contrastare questo tipo di mal di testa, dovuto ad una complessiva alterazione del nostro orologio biologico, ricorrendo a semplici accorgimenti, che possiamo riassumere in una sorta di decalogo:

1 – I preparativi: nei giorni precedenti alla partenza prepararsi al cambiamento di ritmo, cercando di riposare e concedendosi qualche piccola pausa.
2 –  In valigia: mettere rimedi antinfiammatori e analgesici utili a bloccare il dolore in caso di necessità.

3 – In viaggio: preferire un’alimentazione sana e nutriente, a partire da una buona prima colazione a base di zuccheri a pronta disponibilità (come miele, marmellata e frutta).

4 –  Il sonno: nei primi giorni di ferie cercare di evitare cambiamenti bruschi del proprio stile di vita, ad esempio del ritmo sonno-veglia, ricordandosi che anche dormire troppo per l’organismo è causa di mal di testa, in particolare per chi è predisposto.

5 – Attività fisica: per aiutare l’organismo ad adattarsi al nuovo ritmo è sufficiente fare lunghe passeggiate all’aria aperta.

6 – Ambiente e clima: per quanto possibile, evitare i marcati cambiamenti di fuso orario o di altitudine, specie nei primi giorni di vacanza, quando l’organismo non è ancora abituato al nuovo ambiente.

7 – L’alimentazione: non stravolgere le proprie abitudini quando ci si siede a tavola. In vacanza qualche strappo alla regola è concesso, ma senza esagerare.

8 –  Relax: anche il riposo deve essere graduale: infatti, impegnarsi in attività ricreative è utile per passare gradualmente dal ritmo lavorativo della città al ritmo vacanziero.

9 – Primi sintomi del mal di testa: non aspettare che s’intensifichino ma intervenire al più presto con farmaci idonei. Nel caso però che gli attacchi di cefalea non diminuiscano, rivolgersi al medico e, se necessario, ad uno specialista.

10 – Vivere la vacanza con serenità: non trasformare le ferie in un periodo di stress, colmo di impegni sia pur piacevoli.

Solo così dalla vacanza trarremo autentici benefici, prima di rituffarci nel tran tran quotidiano della nostra attività lavorativa.